Come educare un cane al richiamo: insegnare al cane a venire


Come educare un cane al richiamo ed insegnagli a seguirci? “Vieni” oppure “Qui” è indubbiamente uno dei comandi base più importanti da insegnare al vostro cane. In un mondo di distrazioni, di situazioni di pericolo o di circostanze eccitanti, un cane per essere affidabile deve essere educato ed addestrato al richiamo fin da cucciolo.  Insegnare al cane l’obbedienza al richiamo vi permetterà di stare tranquilli e di aver fiducia nel vostro cane poichè, una volta lasciato libero, sarete sicuri che ritornerà da voi in modo quasi automatico!
Il segreto è come sempre nell’educazione del cucciolo quello di associare un comando ad una gratificazione: se il vostro cane tornerà da voi riceverà in cambio qualche premio!

  1.  Iniziate ad associare il comando “vieni” (non usato soltanto il suo nome) ad una ricompensa. Ogni giorno che il vostro cane si avvicina a voi dopo aver pronunciato la parola “vieni” con voce allegra ed un atteggiamento deciso ma invitante premiatelo con qualcosa di gustoso (qualche crocchetta o biscotto per cani). Potete assumere una posizione accovacciata quando pronunciate il richiamo in modo da essere ancora più convincenti.
  2. Scegliete inizialmente situazioni tranquille in ambienti dove il cucciolo non ha particolari distrazioni per passare gradualmente ad ambienti in presenza di distrazioni. 
  3. Una volta che il vostro amico a quattro zampe è in grado di collegare la  parola “vieni” ad un evento positivo, mostrategli soltanto il premio che gli spetta, pronunciate la parola “vieni” e fate 3 passi all’indietro. Quando il vostro cane vi segue, gratificatelo con il premio e lodatelo!
  4. Evitate il principale errore che comunemente si commette nel tentare di addestrare il cane al richiamo:  evitate di associare il comando “vieni” a situazioni spiacevoli (non legatelo subito al guinzaglio e non portatelo subito a casa appena avrà obbedito  o, peggio, evitate di sgridarlo se le prime volte non vi obbedisce). Non utilizzate il comando vieni per ottenere da lui qualcosa che non vorrebbe fare (fare il bagno, ecc). Questo dovrebbe essere un’esperienza puramente positiva e qualsiasi forma di negatività che circondi la parola “vieni” scoraggerà il vostro cucciolo a tornare da voi!
  5. Se il cane non è particolarmente entusiasta di ricevere cibo in premio, cosa assai rara ma che potrebbe capitare, provare un altro tipo di ricompensa o lavorare sull’addestramento prima dei pasti.








Taggato come adottamisubitoBlog

COME FARE PER

Che cosa è un percorso di addestramento Cani

Che cosa è un percorso di addestramento Cani   0

Spesso chi chiama per un problema con il suo cane chiede come funziona un percorso educativo o rieducativo. E ancora più spesso capita che la risposta a questa domanda deluda [...]